Home Mobile iOS Apple pubblica due beta release di iOS 11.2.1 e iOS 11.2.5

Apple pubblica due beta release di iOS 11.2.1 e iOS 11.2.5

190
0

Apple pubblica non una ma ben due aggiornamenti beta di iOS 11.2.1 e iOS 11.2.5 andando a correggere alcuni fastidiosi bug presenti principalmente su iPhone 8, iPhone 8 Plus e iPhone X.

iOS 11.2.1 risolve anche un problema che poteva causare la disabilitazione dell’accesso remoto per gli utenti che condividono l’utilizzo dell’app Casa e il funzionamento dell’autofocus su iPhone 8, iPhone 8 Plus ed iPhone X, quando di scattavano fotografie al buio, utilizzando il flash LED.

L’aggiornamento di iOS 11.2 rilasciato appena dieci giorni fa segna l’introduzione negli Stati Uniti del nuovo servizio di pagamento peer-to-peer Apple Pay Cash disponibile all’interno dell’App Messaggi. Gli utenti americani ora potranno inviare denaro attraverso iMessage.

I contanti, ora possono essere trasferiti facilmente da una carta di debito o di credito collegata all’app su di una carta Apple Pay Cash, all’interno dell’app Wallet di iOS 11.2 e successivamente potranno essere utilizzati per acquistare beni tramite Apple Pay o trasferiti su di un conto bancario.

L’aggiornamento di oggi introduce anche il supporto per una ricarica wireless più veloce da 7,5 W disponibile per iPhone X, iPhone 8 e iPhone 8 Plus. Le velocità più elevate si rendono disponibili solo se si fa uso di caricabatterie wireless di terze parti che supportano la carica da 7,5 W o superiore.

Nel Centro di controllo su tutti i dispositivi, trovano posto due nuovi pop-up informativi che vengono visualizzati quando si utilizza il Wi-Fi o il Bluetooth.

Questi popup indicano che il Bluetooth e il Wi-Fi sono temporaneamente disabilitati anziché in modo permanentemente quando si accede dal Centro di controllo.

Sull’iPhone X, troviamo anche l’introduzione di una nuova barra, situata proprio sotto le icone e progettata per rendere più semplice l’accesso al Centro di controllo, difatti basta scorrere verso il basso dalla parte superiore del dispositivo per accedervi.

Per ultimo, ma non meno per importanza, la correzione di bug, forse il più fastidioso l’arresto anomalo dell’iPhone se le app di terze parti facevano uso di notifiche ricorrenti per cose come promemoria.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.