Disponibile l’applicazione Watch Dogs ctOS per dispositivi IOS e Android

Sono ormai diversi i titoli che vengono accompagnati da applicazioni per dispositivi come smartphone e tablet, titoli come per GTA V, PES 2014 e perfino Knack dove magari si possono curare più profondamente alcune meccaniche del gioco.

watch

Abbiamo visto in myPES (applicazione per PES 2014) come si possano curare e stilare classifiche attraverso il codice QR che viene mostrato ad ogni fine partita.

In Watch Dogs, l’applicazione “Watch_Dogs Companion ctOS” (titolo vero dell’app) risponde a quanto più simile sia realmente nel gioco, una sorta di app del tutto simile ad iFruit di GTA V.

L’applicazione dunque ci permetterà di influenzare le partite degli altri giocatori e di impostare gare attraverso due modalità distinte, Race e Free Ride.

In Free Ride il giocatore che utilizza l’applicazione potrà prendere il controllo di elicotteri, blocchi stradali ed inseguimenti della polizia al fine di influenzare la gara dell’avversario.

Le gare personalizzate si renderanno disponibili anche a tempo e con punti di controllo completamente configurabili, l’applicazione offre ben 26 sfide, tra cui 13 gare e 13 Rides gratuiti e può essere scaricata gratuitamente da Apple Store o Play Store.

Anche se l’applicazione non può essere legata all’account della console, Ubisoft rammenta come questo non venga riportato come un problema.

Come si guadagna esperienza , sarete in grado di migliorare le vostre abilità e migliorare le vostre opzioni, ad esempio, sarete in grado di sbloccare quattro unità di polizia diverse, aumentare i poteri del ctOSin modo da poter attivare più hack o aumentare le funzioni dell’elicottero migliorando il vostro pilota e cecchino.

Il ctOS (CenTral Operating System) viene prodotto dalla Blume Corporation e controlla pienamente l’infrastruttura elettrica di Chicago, il sistema sembra essere il punto debole della città, in quanto questo può essere facilmente violato attraverso dei virus chiamati backdoor (un metodo utilizzato spesso dagli hacker per oltrepassare una normale autenticazione).

Il ctOS memorizza anche le informazioni di ogni singolo abitante della città, raccogliendoli all’interno dei centri di controllo definiti anche come server dati che si trovano sparsi per la città di Chicago.

 

(Visited 221 times, 1 visits today)

8 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *