Project Morpheus, presentato il caschetto virtuale per PS4

Durante il Gaming Developers Conference il più grande raduno annuale dei professionisti nello sviluppo dei videogiochi, alle ore 1.47 italiane, Shuhei Yoshida, presidente di Worldwide Studios di Sony Computer Entertainment ha presentato il progetto dal nome Morpheus.

13254503705_8e867e1ae0_z

Una tecnologia innovativa  quella mirata da Sony, che vuole raggiungere una fetta di mercato in quel di Oculus Rift, si parla appunto di realtà virtuale.

I primi esperimenti dell’azienda nel campo della realtà virtuale risalgono ai primi mesi del 2010 con la presentazione di God of War per Playstation 2, allora ben prima di Oculus Rift.

Project Morpheus, sembra il nome provvisorio, dal canto suo è solo un prototipo realizzato in collaborazione con la NASA, si presenta con un design molto pulito, e poco ingombrante, e con delle luci blu sul frontale, che richiamano quella della console Playstation 4.

gdc

Nei prossimi giorni verranno rese fruibili quattro demo, la prima è The Dive che ci porterà all’interno di una gabbia che verrà immersa nel mare, ci ritroveremo faccia a faccia con degli squali, potrebbe sembrare un qualcosa che potrebbe farci spaventare.

La seconda prende il titolo di The Castle, un mini gioco ambientato in un castello, ci ritroveremo a brandire una spada distruggendo ogni cosa che ci verrebbe a tiro.

La terza una sorta di videogioco spaziale nel quale ci ritroveremo a guidare una navicella, ed infine Thief, creato appositamente da Square Enix per supportare il visore.

Il visore si renderà compatibile con il controller DualShock e il PS Move, con una risoluzione di 1080 pixel e una frequenza di aggiornamento pari a 1000 hertz e 16 speaker virtuali 8 per lato.

(Visited 77 times, 1 visits today)

12 commenti

  1. invece di fare certe cavolate sarebbe meglio che iniziassero a fare i giochi ancora ci sono solo delle conversioni venute male

  2. Bah, sinceramente ogni passo in avanti nella tecnologia è ben accetto. Sono secoli che si parla di realtà virtuale e questo sembra il primo passo per una tecnologia alla portata di tutti.
    Brucerà retine e cervello? Bah… Se tutti la pensassero così, saremmo ancora a guardare tv a tubo in bianco e nero e chiameremmo con telefoni a gettoni dal bar in fondo alla via.
    Invece tutti si spaccano le retine su televisori hd e si friggono il cervello con smartphone.
    Quindi ben venga, e Sony come sempre è tra i pionieri dell’evoluzione tecnologica.

  3. pero’ il televisore a tubo fregava veramente gli occhi invece il televisore lcd e plasma non sono dannosi per gli occhi invece i cellulari si dicono che sono dannosi anche se adesso hanno delle buone protezioni certo che la tecnologia deve avanzare pero’ prima di fare delle cagate che fecessero i giochi poi possono fare quello che vogliono visto che tanto non è obbligatorio comprarli no?

    1. Esatto, anche perchè a meno uno non è idiota e si piazza col naso su un LCD da 900 pollici, ovvio che ci rimette la vista. E per i cellulari esistono gli auricolari col cavetto…
      La questione è che questo nuova generazione è, al momento, un pacco.
      Dove sono i giochi?!?
      E’ tutta ricicli di vecchi/nuovi giochi che ci sono pure per PS3/360 o roba tipo Skype e social network/share vari…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *