Gowalla chiude i battenti

Nello scorso dicembre Facebook acquistò il social network statunitense Gowalla; per chi non lo sapesse tale social network era dedicato principalmente alla condivisione della posizione geografica degli utenti. Da poche ore il team di Facebook ha deciso di chiudere definitivamente il social network per concentrarsi esclusivamente su Facebook.

L’obiettivo di Zuckerberg era quello di acquistare la piattaforma di Gowalla al fine di migliorare l’esperienza di geolocalizzazione sul proprio social network, e anche se in un primo momento si era affermato di voler mantenere attivo il social network ieri è arrivata la conferma dell’avvenuta chiusura. Questa decisione tuttavia, era nell’aria già da tempo, infatti poco dopo l’acquisto Josh Williams, cofondatore di Gowalla, aveva dichiarato che entro Gennaio 2012 il portale sarebbe stato chiuso in seguito, appunto, all’acquisizione da parte di Facebook, circa la quale non è stato ancora reso noto alcun dettaglio economico.

Anche se l’annuncio è apparso da poco sul sito ufficiale, già da molto tempo una buona parte del team del social network dedicato alla condivisione della propria posizione geografica era stato accorpato a quello di Facebook.

Al momento se ci si collega al sito web del servizio è possibile visualizzare il breve messaggio:

Thank you for going out with Gowalla. It was a pleasure to journey with you around the world. Download your check-ins, photos and lists here soon.

Ovvero:

grazie per essere usciti con Gowalla. È stato un piacere girare con voi in tutto il mondo. Potrete scaricare presto i vostri check-in, le fotografie, le liste.”

Stando a quanto reso noto, comunque, nel corso dei prossimi giorni dovrebbe essere offerta la possibilità di esportare da Gowalla la raccolta delle informazioni fornite nel periodo d’utilizzo anche se, allo stato attuale delle cose, le modalità dell’esecuzione di tale operazione non sono ancora state rese note.

Tenendo conto della vicenda, comunque, il gigante Foursquare potrà ora continuare a gestire il suo dominio sul mercato dei servizi social geolocalizzati senza andare incontro a particolari problematiche.

(Visited 23 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *