Siamo andati a Dubai a scoprire tutte le novità tecnologiche che poteva offrirci il paese arabo, e devo dirvi che siamo tornati con poco o niente in mano purtroppo. Appena arrivati in città ci siamo resi conto di quanto sia piacevole visitare tale paese in questi mesi dove da noi è inverno e da loro è come essere in una nostra primavera. L’espansione del paese è presente e si tocca quasi con mano, si assapora giorno dopo giorno, sembra che il panorama possa cambiare ogni giorno con grattaceli da un’architettura affascinante.

Dopo una breve parentesi turistica veniamo alle novità tecnologiche che il paese ci può offrire.

Come vi ho già accennato ben poche da quelle che possiamo trovare nel nostro paese, le connessioni wi-fi sono gestite da un solo gestore e molte delle quali sono o a pagamento (basta acquistare una sua sim ricaricabile) o coperte da passward, quindi inutilizzabili, l’uniche connessioni disponibili sono state quella della hall dell’albergo e quella di uno dei centri commerciali, dove prima di accedervi si necessitava di una password inviata per e-mail, quindi abbiamo dovuto tornare in albergo scaricarci la mail e tornare nel centro ad attivarla 🙁 .

In tali centri commerciali ci sono piani interi dedicati ai negozi di tecnologia , con le varie case produttrici , tra cui Sony, Apple, Samsung, Hitachi, con negozi pieni di articoli e angoli in cui è possibile provare il prodotto (TV 3D , PS3, Xbox, PSP, iPhone, iMac) e perdersi nel mondo che più ci piace.

Abbiamo provato un capitolo

Sony, nota multinazionale conosciuta per la creazione delle console psp e play station ha ricevuto numerose minacce dal gruppo Anonymous e da vari hacker in tutto il mondo. Le minacce derivano dal progetto SOPA,Stop Online Piracy Act , la cui proposta di legge vieta a chiunque di violare il copyright. Gli hacker si sono battuti a gran voce affinché la proposta di legge non fosse approvata, conseguendo così il ritiro della multinazionale dal progetto.

Per chi ancora non conosce gli Anonymous dobbiamo dire che si son sempre presentati come gruppo di hacker attivisti. Il loro motto da quando sono apparsi sulla scena è stato “la giustizia deve trionfare sempre in ogni fronte”.

Questo gruppo è nato dopo l’ uscita del film Anonymous ed era composto solo da tre elementi. La loro notorietà risale al 2000 quando sono diventati gli hacker più ricercati del mondo per aver “hackerato” siti federali e varie banche del mondo.

Tramite il loro blog veniamo a sapere di una nuova minaccia da parte degli hacker nei confronti di Sony. Sembra che la storia si possa ripete , infatti, molti di noi si ricorderanno bene l’attacco ricevuto da Sony ad inizio anno, dove il PSN è stato chiuso per quasi un mese.

Il gruppo minaccia di eseguire l’attacco se il progetto SOPA non viene rivisto o addirittura cancellato, la legge “fermare la pirateria online (SOPA)” è il disegno di legge altamente controverso che, se approvato, darebbe al governo degli Stati Uniti e ai detentori del copyright poteri per bloccare l’accesso ai siti che noi tutti conosciamo come i file sharing o torrent. La stessa legge ha ricevuto crescenti critiche da parte degli attivisti per la libertà di parola come Google e Facebook a causa della terminologia vaga del disegno di legge, che potrebbe danneggiare siti come YouTube bloccando il sito per materiale coperto da copyright.

Ma andiamo a vedere le minacce di Anonymous:

Tramite la rivista inglese PSM3 veniamo a conoscenza di una notizia che farà contenti tutti gli appassionati della saga di Kratos, infatti sembra che nel nuovo capitolo, che secondo i vari rumor dovrebbe arrivare molto presto, saranno introdotte delle novità fino ad oggi mai viste.

Per tutti coloro che hanno avuto il piacere di giocare alla saga di God of War si staranno chiedendo cosa può offrire in più un colossal del genere.

Andiamo a scoprirlo…

Sembra abbastanza strano che,  oltre ad essere già stata “hackerata”, la nuova console postatile di casa Sony ha dei problemi di freezing. Infatti in rete girano già video che mostrano le console bloccate impossibilitando l’utente a procedere con il gioco. Va precisato che questo problema è stato riscontrato su un numero abbastanza basso di console e basterà un aggiornamento di sistema per poter ovviare al problema.

Un’altro problema da non sottovalutare è…