Apple rilascia la quarta beta di iOS 10.1 ai sviluppatori e beta tester pubblici

Apple ha rilasciato la quarta, e si pensa ultima, beta di iOS 10.1 per sviluppatori e beta tester pubblici, non dovrebbe dunque mancare molto alla pubblicazione di questo nuovo aggiornamento.

ios10

La prima beta ricordiamo aveva introdotto una nuova modalità che prendeva il nome di “Portrait”, la funzione utilizzata dall’iPhone 7 Plus permette agli utenti di utilizzare entrambe le fotocamere per creare una profondità di campo nelle foto ritratto con sfondi sfocati.

La modalità Portrait è stata progettata per imitare il tipo di profondità nelle immagini che possono essere prese con una fotocamera digitale single-lens reflex di fascia alta, con un soggetto frontale che spicca su uno sfondo sfocato.

appleportraitexample-800x438

Per raggiungere questo sguardo, il processore invia il segnale dell’immagine ed esegue la scansione di una scena utilizzando tecniche di machine learning per riconoscere le persone all’interno delle foto.

In questo modo, si crea una mappa di profondità dell’immagine da entrambe le fotocamere incluse nel dispositivo, mantenendo le persone a fuoco durante l’applicazione di una sfocatura artificiosa o “bokeh” sullo sfondo.

ios101

La seconda beta introduce invece due nuove caratteristiche oltre a diverse correzioni nascoste.

imessages

  • I messaggi – I messaggi in AppDrawer sono stati ottimizzati. Sono presenti dei punti per rappresentare ogni applicazione installata, e c’è anche una nuova barra di scorrimento nella parte inferiore.
  • Split-View – Non è più possibile trascinare e rilasciare adesivi quando si utilizza la modalità Split View su di un iPad che lo supporta.

La terza beta rilasciata solo la settimana scorsa ha introdotto ben 7 caratteristiche e correzioni di bug per funzioni aggiunte nelle precedenti beta release.

  • Feedback Aptico di Blocco: Quando si blocca un iPhone 6s o iPhone 6s Plus, il telefono produce una piccola vibrazione per avvisare l’utente del blocco, su altri dispositivi, invece, c’è un suono nuovo.
  • TouchID: C’è una nuova feature di Accessibilità che consente di sbloccare un iPhone poggiando semplicemente il dito sul Touch ID; La feature era stata aggiunta inizialmente nella seconda Beta ma non funzionava.
  • Suoni Tastiera: I nuovi suoni schioccanti della tastiera introdotti nella prima beta e rimossi nella seconda, sono infine tornati nella Beta 3.
  • Siri: Nelle Impostazioni c’è una nuova sezione chiamata “Supporto App” che mostra a quali app ha accesso Siri, quando formulate comandi vocali che implicano l’uso di app di terze parti (tipo “Chiama Gianni su Skype”).
  • 3D Touch: Quando si esercita una pressione lunga sull’icona di un’app di terze parti, ora compare un’opzione di condivisione con tanto di nome dell’app.
  • Salute: Ora c’è una nuova opzione “Migliora Attività” che consente di inviare informazioni anonime ad Apple relative alla salute per migliorare l’esperienza d’uso dell’app; il sistema chiede di attivare la feature al primo avvio, e si può disattivarla in Impostazioni > Privacy > Diagnostica e Uso.
  • BugFix Audio: Quando l’iPhone riproduce un feedback aptico, la musica non smette di essere riprodotta.

Infine la quarta beta release rilasciata nella giornata di ieri.

  • La nuova build, è la versione alfanumerica 14B72 | 14B72b.
  • Corretto un bug che causava l’arresto di app, con presenza della funzione CallKit.
  • Animazioni ancora lente su iPhone 6.
  • Il problema all’applicazione Mail, ed ai suoi blocchi temporanei con schermata bianca, sembrerebbero essere stati corretti.
  • Verificheremo le condizioni della durata batteria fra qualche giorno.
  • Adesso appare una notifica di avvenuto aggiornamento, che conferma il download e l’installazione del software.

Ricordiamo come i beta tester che hanno firmato per il programma di beta testing di Apple riceveranno il nuovo aggiornamento iOS over-the-air e solo dopo l’installazione del certificato sul proprio dispositivo, mentre gli sviluppatori potranno scaricare l’aggiornamento direttamente dal Centro per sviluppatori Apple.



Source : macrumors.com


Lascia un commento