Apple rilascia ufficialmente MacOS Sierra

Apple ha rilasciato pubblicamente MacOS Sierra, il sistema operativo può essere scaricato gratuitamente in questo momento da tutti gli utenti Mac in tutto il mondo.

ios_10_macos_sierra-800x457

Otto le versioni beta rilasciate in questi mesi, che come per iOS 10 potevano essere scaricate solo da chi possedeva un profilo di configurazione beta con download diretto tramite il Developer center di Apple.

Il sistema operativo può essere scaricato direttamente dall’Apple Store, oppure attraverso la funzione per l’aggiornamento del software a breve.

MacOS Sierra si rende compatibile con i seguenti sistemi Mac: iMac, MacBook 2010+, MacBook Air, MacBook Pro, Mac mini e Mac Pro, e comunque tutti i sistemi dal 2009 in poi.

La versione 10.12, se cerchiamo di numerarlo segue la versione 10.10 del sistema operativo X Yosemite e versione 10.11 del sistema operativo X El Capitan.

MacOS Sierra porta Siri sul Mac, l’assistente vocale permetterà agli utenti di effettuare ricerche vocali per trovare file, cercare informazioni, e molto altro e con la possibilità di appuntare le ricerche al Centro di notifica per un monitoraggio continuo.

Ci sono anche nuove caratteristiche di continuità, tra cui l’opzione “Auto Unlock” per sbloccare un Mac con un Apple Watch, e l’opzione “Universal Clipboard” per copiare il testo da un dispositivo Apple ad un altro.

Una migliore integrazione di iCloud consentirà agli utenti di memorizzare i file sul desktop e nella cartella Documenti di un Mac rendendoli accessibili per tutti i dispositivi attraverso iCloud Unity, e ci sono anche nuovi algoritmi di apprendimento profondo in Foto per il miglioramento del viso, degli oggetti, e per il riconoscimento della scena.

La funzione “Memories” nelle foto mostra collezioni di immagini e permette di far riemergere vecchi eventi, mentre i messaggi si arricchiscono di emoji più grandi, e opzioni di risposta Tapback.

Mac OS Sierra ci porta anche Apple Pay sul web, con i pagamenti autenticati tramite un iPhone o Apple Watch, e nuove funzionalità come schede multiple, Picture in Picture multitasking, storage ottimizzato, ed emoji inediti.



Source : macrumors.com

(Visited 101 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *