Linux su Playstation 4 disponibile per tutti, ma solo su firmware 1.76

Sono già fuori i primi tutorial per eseguire Linux su Playstation 4, uno di questi redatto da Senaxx moderatore di Maxconsole e PlaystationSceneFiles.

distro

Tutto questo è stato possibile grazie all’aiuto del developer KR105 che pare sia riuscito a correggere diversi bug presenti nell’exploit dlclose e che fino ad oggi ci avevano precluso dal suo utilizzo.

Requisiti

Guida

Iniziamo con l’installazione del Proxy Charles, per chi non fosse a conoscenza dell’applicazione, Charles ci permette di monitorare tutto il traffico HTTP e SSL/HTTPS tra la macchina è internet.

Ora scarichiamo gli archivi Initramfs.cpio.gz & bzImage, questi due file pongono le basi necessarie per il corretto caricamento del sistema operativo PS4 Linux sulla console.

Introduzione

Se avete acquistato una console con firmware 1.76 molto probabilmente non riuscireste ad avviare il browser internet, questo perché bisogna prima accedere sul Playstation Network almeno una volta per poterlo firmare, come possiamo risolvere la questione allora? Semplice, utilizzando l’applicazione Proxy Charles.

Sarebbe possibile far uso anche del Proxy realizzato dal developer SKFU, purtroppo su Windows si rende disponibile solo per x86 (l’ho provato su Windows 10 a 64 bit e mi portava al crash dell’applicazione).

Portiamoci nelle impostazioni della Playstation 4 e su Rete impostate la connessione ad Internet, seguite tutte le voci come da prassi ed una volta giunti su Server proxy scendete su “usa” ed inserite l’indirizzo del server Proxy (potrete vederlo su Charles cliccando su Help e scendendo su Local IP Address).

Preparare la pendrive

  • Formattate una pendrive USB in FAT32.
  • Copiate i primi due pacchetti di Linux al suo interno (bzImage & initramfs.cpio.gz) nella pendrive e collegatela alla PS4.

Impostare il Proxy su PS4

  • Avviate l’applicazione Charles Proxy su PC, tutto il traffico internet verrà ora intercettato dal programma.
  • Su Playstation 4 portatevi nelle Impostazioni e scendete su Rete.
  • Seguite la normale connessione a Internet della console, e una volta arrivati su Server proxy scegliere la voce “Usa”, inserite l’indirizzo del Server Proxy trovato su Charles poco sopra e riportate la porta 8888 utilizzata dal programma.

Impostare PS4 Playground

  • Ora andremo a creare un redirect all’interno del Proxy Charles, in questo modo quando andremo ad aprire il browser della Playstation 4 verremo indirizzati direttamente all’interno della pagina PS4 Playground.
  • Dalla console portatevi nuovamente su Impostazioni e scegliete la prima voce, Guida per l’utente, il browser web che si andrà ad aprire non mostra la barra degli indirizzi, ecco il motivo per cui ci serve reindirizzare la pagina PS4 Playground attraverso il Proxy.
  • Ora da Charles sfogliate l’intera struttura ad albero, dovreste intravedere la pagina iniziale index.html, sotto le directory document/en/ps4/.
  • Cliccate con il tasto destro del mouse sulla pagina index.html e selezionate la voce “Map Remote“.
  • Potrete editare le voci per indirizzare index.html all’interno della pagina PS4 Playground ospitata su Playstationscenefiles.comcturt.github.io/PS4-playground, l’immagine in basso mostra le corrette impostazioni da riportare all’interno del programma.

charles1

In Map From, dove vedete scritto /document/en/ps4/index.html eliminate la parte index.html e scrivete “*.*”, questo ci permetterà di rinominare il file PS4-playground come vogliamo.

Nel caso volessimo utilizzare la pagina editata da Cturt, da Map to ci basta modificare l’host riportando l’indirizzo cturt.github.io e in Path andremo ad inserire /PS4-playground/.

Senaxx ha pensato comunque di implementare il loader dei file elf all’interno della propria pagina, lo strumento ci permetterà di eseguire file ELF a 64 bit su Linux e su PS4.

Avviare Linux su PS4

Ora non vi resta che aggiornare la pagina della guida sulla console, vi ritroverete all’interno di PS4 Playground da dove potrete svolgere diverse azioni, portatevi in basso su Linux Loader e cliccate su Load! per poter avviare Linux (sinceratevi di aver collegato alla porta USB la pendrive prima di procedere).

Nota: Purtroppo non ho una console che monti il firmware 1.76 e non ho potuto testare personalmente la guida, ma credo nella buona fede di Senaxx e di tutti gli altri.



Source : playstationscenefiles.com


17 commenti

    1. Ehehehe i backup ? Gli hacker sono contro la pirateria, quindi non credo o almeno al momento non è possibile. Chissà quando lo sarà, se lo sarà!
      Con il linux installato sulla console se non erro puoi avviare solo pokemon o almeno quello che hanno mostrato i Fail0verflow.
      Già, hai ragione, tutta quella procedura per …………. niente! Ahahahahahahahaha

      1. Se gli hacker fossero contro la pirateria non ci lavorerebbero neanche su una console…chi lavora cerca un guadagno non la gloria!

      1. Si ok lo so che linux è solo un “tramite” ma se ci mettono tempo è solo perché nessuno vuole creare un modo x far partite i backup; quindi nessuno mai farà un cfw e ci stanno solo girando intorno ed è questo che a me da fastidio. Se vogliono lo fanno un cfw ma il fatto è che nessuno lo svilupperà

  1. si certo Hacker e Dev contro la pirateria….fa solo che sorridere, come disse una volta un uomo saggio, per installare Linux non ho bisogno di una PS4 e non pensate minimamente che Linux gira meglio su console che su un PC, la PS4 è un sistema embedded e solo i giochi progettati per essa girano bene…Linux installiamolo su PC.
    Linux è solo un miraggio per arrivare al vero scopo, ma è difficile ammetterlo pubblicamente!
    Se siete solo dei semplici utenti vi sconsiglio di installare Linux su PS4, primo perchè la versione 1.76 è difficile da reperire e sempre se la riusciate a trovare il prezzo è relativo ad un bundle, lasciamo agire gli addetti ai lavori poi qualcuno si prenderà questa grossa responsabilità.

    1. Ti offro il mio portatile con installato Linux…
      La notizia poi che anche Windows 10 sarà in grado di far girare Linux rende ancora più inutile tutta questa procedura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *