[Scena PS3] Diverse soluzioni per cercare di mantenere la temperatura delle nostre console

Se la console tende a surriscaldarsi le ventole inizieranno a girare vertiginosamente, oggi cercheremo di trovare alcune soluzioni drastiche e meno drastiche per cercare di mantenere basso il riscaldamento delle nostre console.

control

I primi consigli che mi sento di potervi dare è quello di eliminare eventualmente la polvere, un nemico comune in tutti gli apparecchi elettronici che montino una qualche ventola di raffreddamento, in questo caso potreste utilizzare un mini compressore, io ho usato lo stesso procedimento anche per un PC portatile che tendeva a riscaldarsi e spegnersi dopo nemmeno tre minuti dall’accensione.

Se siete particolarmente bravi potreste cercare di cambiare la pasta termica, una soluzione a base di argento può abbassare la temperatura anche di 6 o 7 gradi, io ho usato la arctic silver 5 in siringa, potrete acquistarla su internet per poco più di 6 euro.

Ora vediamo invece come cercare di modificare la velocità della ventola, sia che utilizziate il Control FAN o il plugin webMAN, entrambe le applicazioni cercheranno di mantenere la temperatura della CPU e RSX a livelli più che ottimali.

Solitamente converrebbe non modificare le impostazioni originali, ma se non sopportate il rumore assordante delle ventole potreste cercare di “limare” in parte la velocità di esecuzione.

Certo se montate una Slim potreste anche cercare di non utilizzare alcun sistema di raffreddamento, io per esempio ho una slim serie CECH-2004A e per un certo periodo non ho fatto uso di alcun controllo delle ventole, anche superando i 70 gradi non abbiamo notato problemi di alcun tipo, altrimenti ci sarebbe una moria di console con firmware originale, non credete?

Il Control FAN integrato in irisMAN risulta disabilitato di default, in Gamesonic Manager è settato su Payload, per abilitarlo o cambiarlo portarsi in Opzioni Globali e da Strumenti scendere sull’ultima voce Control Fan & USB Wakeup.

IRISMAN v3.48 Unofficial

Se settate il FAN Control Mode in User le ventole gireranno più velocemente, ma se si raggiungono i 70 gradi la console si spegnerà in modo automatico, se si ha una FAT tale configurazione potrebbe portarvi all’esasperazione.

Ad ogni modo, consigliamo di non tenere in considerazione le temperature riportate, queste tendono a salire e scendere in determinate circostanze durante l’esecuzione di applicazioni o giochi, momenti in cui potreste registrare temperature ben più elevate di 70 gradi ed altre in cui non sentirete nemmeno girare la ventola.

Tra le due applicazioni mi sentirei di consigliare il plugin, il Control FAN durante la sua esecuzione avrebbe registrato temperature più elevate rispetto a webMAN.

In particolare abbiamo testato Heavy Rain, il gioco della Quantic Dream attraverso il plugin webMAN avrebbe registrato una temperatura di 62 gradi in CPU e 65 in RSX, stesso gioco attraverso l’applicazione Control FAN (o da fork iris) porta la temperatura a 67 in CPU e 70 in RSX.

L’argomento deve essere approfondito anche sotto altri aspetti e secondo le proprie esperienze, le tematiche ad ogni modo verranno affrontate nelle prossime giornate, sempre attraverso questo post.

(Visited 885 times, 1 visits today)

3 commenti

  1. Buongiorno Francesco. Io ho una CECH-2004A sulla quale ho installato Ferrox 4.76 ed ultime versioni di Multiman e Irisman. Rilevo un problema di disturbo audio con l’utulizzo di Irisman con ventole attivate in funzione Payolad. Se passo a Syscon il problema sparisce. chiaro che cosy non sto utilizzando il controlo delle ventole e la temperatura sale oltre i 70°. come posso risolvere?
    Grazie

  2. La soluzione definitiva e scarenare completamente la console e tenerla in sospensione da sotto con dei rialzi, non meno importante installare un homebrew per regolare la velocità sella ventola e ultimo ma non per importanza; uscire dal gioco e aspettare almeno 20 minuti che la console ri freddi prima di spegnerla. Questi consigli valgono per tutti i tipi di console.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *